Giulia De Toni

La purezza dell’attesa

Tempera e gesso su carta 47,5x33cm Anno di produzione: giugno 2018

Condizione femminile

Tempera e gesso su carta 70x50cm Anno di produzione: aprile 2017

I moti dell’anima

Tempera su telaio con supporto in legno 40x29,5cm Anno di produzione: marzo 2020

Sono una ragazza di 22 anni nata il 29 luglio 1998. Sin dall’infanzia mia madre mi ha insegnato come usare matite e pastelli: ci divertivamo molto a creare animaletti 3D in carta e altre figure, utilizzando materiali anche inusuali per un art attack. Questa passione mi ha sempre accompagnata nell’arco degli anni e per questo ho deciso di intraprendere gli studi al Liceo artistico con indirizzo grafico. Nell’anno 2015-2016 ho collaborato con il fotografo Massimo Sordi per l’installazione della mostra fotografica dedicata alla rivalutazione urbana “Aprire nuovi cieli”, allestita al Museo Casa Giorgione di Castelfranco Veneto. Sempre nello stesso anno ho partecipato all’apertura di Villa Bolasco (villa veneta di Castelfranco Veneto) come guida turistica, ed ho accompagnato i visitatori attraverso il parco, parlando delle sue bellezze e del restauro eseguito. Durante l’estate mi sono dedicata ad un progetto di restyling per il centro sociale dello stesso paese, realizzando tre murales ispirati a Keith Haring sulla facciata dell’edificio principale. Nelle mie opere potrete trovare sentimenti profondi e nostalgici, a volte un po’ crudi nel messaggio; utilizzo il corpo femminile come simbolo e il suo significato va oltre la nudità. Mettersi a nudo vuol dire scoprire il proprio io più profondo; i colori accesi danno risalto e vivacità, decorano con spensierata audacia un messaggio crudo, cercando di trasmettere un senso di sinuosità e di contrasto ideologico. Indica proprio quel tipo di pensiero che tendiamo a sviare dalla nostra mente perché ci è scomodo, ma che ritorna sempre. Ora sto portando avanti la mia passione, tenendomi sempre aggiornata sulle novità e sperimentando nuove tecniche di comunicazione.